Alla ricerca di un nuovo profumo per cui perdere la testa e il cuore a suon di note profumate

Profumi sulla mensola

“Il profumo è come l’amore. Solo un poco non è mai abbastanza” (Estée Lauder).

Io, invece, con il tempo ho capito che meno se ne spruzza sulla pelle più l’odore persiste. E che la cosa più importante anche nella scelta di un profumo è quella di lasciarsi conquistare solo da quello giusto ma non perfetto🙂. Mi sento confusa e felice ogni volta che cerco una nuova fragranza…Ritrovarsi a dover intraprendere la caccia al profumo #comepiaceame a distanza poi di solo qualche mese è… impegnativo ed emozionante allo stesso tempo.

Cercare quello che è in grado di stupirmi per quella sua eccentrica nota profumata. Quello che mi prende sin da subito per quella nota di testa “importante”. Quello che, dopo qualche ora, mi regala  delle piacevoli emozioni con quella sua altra nota detta del ♥. Quello che resta sulla pelle e nell’aria. Nei maglioni e nei ricordi. Insomma, quello che con la sua nota di fondo si imprime nella mia memoria e in quella delle persone che incontro. E mi ricorda una stagione. Passata tra alti e bassi.

Entro in camera, annuso quella boccetta di Pleats Please di Issey Miyake datami all’Aeroporto di Barcellona El Prat de Llobregat da quel ragazzo dal sorriso smagliante di capo mattina (per quattro spiccioli ;)) e mi emoziono davanti a un bouquet floreale arricchito dall’irresistibile dolcezza della vaniglia poggiata su note legnose e vibranti. Una fragranza preziosa per la sua frivolezza e luminosità. Forse però troppo poco impegnativa per questa nuova stagione. Contemplo la mensola su cui si stagliano vecchie fragranze. Quelle che come il primo amore non si scordano mai. Womanity di Thierry Mugler e Tommy Girl di Tommy Hilfiger mi  fanno l’occhiolino dalla mensola. Desisto. Almeno per me una nuova stagione è iniziata. Frugo nel mio cassetto e  scopro nuove fragranze tutte da provare…

Penso ad alta voce: “La stagione dell’amore viene e va.”

Forse anche per i profumi. E io voglio andare ad annusare un nuovo profumo per questa stagione.

P.S.

Un profumo può accogliere in sé diverse quantità di alcune materie di base e creare note profumate differenti. In particolare, in un profumo distinguiamo:

♥ La nota di testa (o nota capitale) si percepisce subito dopo l’applicazione del profumo sulla pelle.

♥ La nota di cuore che si percepisce nelle ore che seguono la scomparsa della nota capitale.

♥ La nota di fondo che persiste nel tempo.

johnson's baby colonia womanity thierry muglerwomanitythierry muglerProfumi nel cassetto

 

4 pensieri su “Alla ricerca di un nuovo profumo per cui perdere la testa e il cuore a suon di note profumate

  1. ciccina

    Ciao! La ricerca del profumo perfetto è dura…forse più della ricerca del principe azzurro😉 Io ti consiglio Miss Dior Cherie con cui mi trovo benissimo

    Rispondi
  2. luca

    Ciao! è veramente difficile trovare un profumo per cui perdere la testa, ti posso solo dire che da uomo mi trovo benissimo con Acqua di Giò ” Giorgio Armani ” . Sono d’accordo con ciccina ^_^ riguardo al profumo…Miss Dior Cherie è veramente buonissimo !!!

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...