Traveling in Style: Exmouth Market, la via di Clerknwell dall’anima italiana

Exmouth Market

‘ Io questa vita me la sono inventata, mica cento anni fa, ieri l’altro.Ognuno lo può fare, ci vuole solo coraggio e determinazione.’ (Tiziano Terzani)

Nel quartiere di Clerkenwell si trova la più grande comunità italiana di Londra che ha dato vita  un vero e proprio villaggio nel ♥ della città. Questo è uno dei pochi posti di Londra in cui mi sento veramente a casa. Questo è uno dei pochi posti di Londra che mi ricorda che ognuno può inventarsi una vita. Questo è uno dei pochi posti di Londra in cui in un secondo sono di nuovo in una città italiana di provincia (la cosa che più mi stupisce è sentire le persone parlare in dialetto).

Clerkenwell e, in particolare, l’Exmouth Market rappresentano, infatti, il luogo in cui la creatività e la tradizione culturale italiana hanno permesso lo sviluppo economico e la riqualificazione di un intero quartiere a due passi dalla City. Questa Little Italy era nella prima metà dell’Ottocento, come scriveva lo stesso Charles Dickens nel romanzo ‘Oliver Twist’, una zona malfamata e popolata da ubriaconi, ma a partire dagli anni ’80 del XIX secolo registra una lenta ripresa legata alla nascita dei primi negozietti italiani (fra cui la prima gastronomia italiana di Gran Bretagna, Terroni of Clerknwell) e al commercio ambulante di gelato. Oggi il quartiere è diventato il posto ideale per chi ama lo shopping indipendente, gustare cibo di qualità (non esclusivamente italiano) e avere la sensazione di essere nel Belpaese sebbene ci si trovi in terra di Albione.

La mia passeggiata verso l’Exmouth Market inizia sempre percorrendo Amwell Street dove si trova Pennies, un negozio in cui è possibile trovare abiti vintage in ottimo stato di conservazione. Proseguo, poi, in direzione Rosebery Avenue e mi catapulto nel ♥ di Exmouth Market.

Entro da Book Ends, una libreria indipendente specializzata in libri per bambini e origami dove non posso fare a meno di inebriarmi del profumo della carta appena stampata e di lasciarmi allietare dalle illustrazioni delle copertine dei libri. Curioso tra gli scaffali di Borough Wines dove è possibile trovare vini, distillati e birre provenienti da tutto il mondo. Ammiro per trarre ispirazione per i futuri pasti fuori casa i menù dei ristoranti presenti sulla via: mi colpiscono sempre e comunque Paesan, Medcalf Traiteur, Brill con la sua musica e i suoi bagel, Caravan (forse è il caso di non posticipare più l’investimento🙂 ). Faccio una visita da Bagman and Robin dove le belissime borse realizzate con stoffe cinese e due chiacchiere con il proprietario italo-inglese ‘make my day’. Entro da In With The Old Shop dove le creazioni dei designer emergenti esposti in bottega mi fanno venire voglia di shopping matto e disperato. Finisco con un salto da Space EC1 dove cartoline, oggetti per la casa e chi più ne ha più ne metta mi ricordano che si guarda ma non si compra😉 .

Mi incammino verso casa sempre con il sorriso sulle labbra perché questa ex Little Italy è come piace a me.

Pennies Pennies PenniesBook Ends Bookends2 Bookends3 Exmouth Market Exmouth MarketBorough Wines Brill BunCha CaravanMedcalf SantoreBagman and RobinIn with old shop In with old shop In with old shop In with old shopSpace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...